corsi intensivi settembre

VOCIS MOTUS e VOCIS PROJECT

 


VOCIS MOTUS

la voce cantata e parlata

vivere fisicamente il suono

con Sabine Uitz
2 – 6 settembre 2019

 

 

VOCIS MOTUS è un metodo sviluppato da Sabine Uitz che aiuta ad aumentare l'estensione vocale, a migliorare la qualità della voce e a lavorare sui "blocchi" fisici che hanno influenza su essa. Si rivolga a persone in contatto con la danza, il teatro o la musica, ma anche a persone che semplicemente vogliono esplorare le immense possibilità della voce.

Il corso vuole essere il punto di partenza per lo sviluppo di un percorso individuale di ricerca musicale e vocale e di approccio al lavoro fisico - energetico con la voce e offre la

possibilità di un intenso percorso sulle proprie potenzialità vocali “in movimento”, usando la musica e il testo come elementi fondamentali.

Si lavora individualmente e in gruppo.

Si lavorerà tra 7 e 8 ore al giorno per un totale di un minimo di 35 ore. Il gruppo di lavoro sarà formato da un numero ridotto di persone.

 

 

- precisazioni tecniche vedi giù -

 

VOCIS PROJECT

lo sviluppo di un progetto artistico con i principi di VOCIS MOTUS

con Sabine Uitz

9 - 13 settembre 2019

Il seminario si rivolge a chi è attivo nel campo del teatro, la danza o la musica. Verrà data precedenza di partecipazione a chi avesse già fatto un corso di VOCIS MOTUS.

Come si definisce il progetto artistico? Innanzitutto i progetti possono provenire da diversi campi artistici.

Le possibilità sono vaste. Può essere per esempio un progetto di uno spettacolo, solo una scena o solo un frammento di testo, può essere lo studio su un personaggio, il progetto di una lettura o di un happening, un progetto di danza di cui c'è solo un'idea o un frammento, o un progetto di musica ancora da sviluppare o con brani già esistenti. Il progetto può andare quindi da una prima idea fino a un materiale già più sviluppato.

Questo corso propone lo sviluppo del progetto di ogni partecipante con l'aiuto dei principi ed esercizi di VOCIS MOTUS. Non si tratta di una regia o di una messa in scena, ma di uno stimolo creativo e concreto per avvicinarsi a un tema. Attraverso il metodo di VOCIS MOTUS si vogliono offrire gli strumenti per una ricerca avanzata. Questa ricerca personale viene condivisa alla fine di ogni giornata con gli altri partecipanti.

Lavoreremo tra 7 e 8 ore al giorno, per un totale di un minimo di 35 ore. Il gruppo di lavoro sarà formato da un numero ridotto di persone.

 

 

DURATA:

 

VOCIS MOTUS

dal 2 al 6 settembre

arrivo partecipanti residenziali : 1 settembre sera

inizio corso 2 settembre mattina

6 settembre sera conclusione seminario

partenza partecipanti residenziali: 7 settembre

 

VOCIS PROJECT

dal 9 al 13 settembre

arrivo partecipanti residenziali: 8 settembre sera

inizio corso 9 settembre mattina

13 settembre sera conclusione seminario

partenza partecipanti residenziali: 14 settembre

 

LUOGO

I partecipanti residenziali dormiranno presso la sede del centro in camere singole o doppie secondo il numero di partecipanti da ospitare.

 

 

SABINE UITZ

Studia recitazione e Scienze del Teatro presso l'Università di Erlangen/Nuernberg (Germania) e conclude gli studi con il titolo di Magister Artium. 

Fonda nel 1996 insieme con L'attore e regista argentino Norberto Presta il CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE VIA ROSSE. Con “VIA ROSSE” Sabine Uitz porta le proprie produzioni e l'attività pedagogica e registica non solo in tutta l'Italia,ma anche in diversi paesi, tra cui Francia, Italia, Germania, Repubblica Ceca, Repubblica Serba, Stati Uniti, Argentina, Ecuador e Brasile, partecipando a scambi con gruppi di teatro e a numerosi festival internazionali.

Nel 2001 vince come attrice con lo spettacolo “Lei e Lui” (produzione VIA ROSSE) il premio come miglior spettacolo nel festival “M.Apostroff99” a Praga.

Nel 2004 vince come attrice con VIA ROSSE il concorso MOVIN’UP dall’associazione per il Circuito dei Giovani Artisti italiani.

Nel 2011 vince il premio come miglior attrice con lo spettacolo GIOVANNA.PAPESSA. nel festival si Secanj (Repubblica Serba) e nel festival DADRAS di Subotica (Repubblica Serba).

Nel 2018 vince il premio del pubblico “Miglior Spettacolo” della rassegna organizzata dai Carichi Sospesi DRITTI AL CUORE (Padova) con lo spettacolo L'AUSTRIACA (una collaborazione con il TEATRO TELAIO; primo spettacolo della trilogia PATRIE).

Nel 2019 conclude la trilogia PATRIE con LA BURRASCA (regia e drammaturgia Sabine Uitz, attore: Davide Ciani).

In Europa partecipa come pedagoga in vari progetti formativi per giovani attori sovvenzionati dalla Comunità Europea, tra questi: Les Theatrales (Francia), Les Transversales (Francia), Theaterwerkstatt Trebnitz (Germania).

 

Ha tenuto conferenze e lezioni presso diverse università, tra queste l'Università di Miami (USA) e l'università di Maceiò (Brasile).